Atto di indirizzo - Pitagora-Taranto "POLO COMMERCIALE"

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Pagine con menù generale
ATTO DI INDIRIZZO
IL DIRIGENTE SCOLASTICO

VISTA la legge n. 107 del 13.07.2015, recante la “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”;

PRESO ATTO che l’art.1 della predetta legge, ai commi 12-17, prevede che:
  1. Le istituzioni scolastiche predispongono, entro il mese di ottobre dell'anno scolastico precedente il triennio di riferimento, il piano triennale dell'offerta formativa;
  2. Il Piano Triennale dell'Offerta Formativa deve essere elaborato dal Collegio dei Docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal Dirigente Scolastico;
  3. Il Piano Triennale è approvato dal Consiglio d’Istituto;
  4. Il Piano Triennale viene sottoposto alla verifica dell’USR per accertarne la compatibilità con i limiti d’organico assegnato e, all’esito della verifica, trasmesso dal medesimo USR al MIUR;
  5. Una volta espletate le procedure di cui ai precedenti punti, il Piano verrà pubblicato nel portale unico dei dati della scuola;

EMANA
ai sensi dell’art. 3 del DPR 275/99, così come sostituito dall’art. 1 comma 14 della legge 13.7.2015, n. 107, il seguente

ATTO D’INDIRIZZO
PER LE ATTIVITÀ DELLA SCUOLA E LE SCELTE DI GESTIONE E DI AMMINISTRAZIONE

In coerenza con il Rapporto di Autovalutazione (RAV), il presente Atto di Indirizzo per la predisposizione del Piano Triennale 2016/2019, individua le priorità, i traguardi e gli obiettivi da raggiungere:
  • PRIORITA’1

RISULTATI SCOLASTICI - Favorire il successo formativo degli studenti per diminuire gli insuccessi, gli abbandoni e i trasferimenti ad altri istituti scolastici.
  • TRAGUARDO 1

RISULTATI SCOLASTICI - Diminuzione della percentuale degli studenti che abbandonano il percorso degli studi.

  • PRIORITA’ 2

COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA - Promuovere l'educazione alla legalità nelle attività didattiche per favorire la riflessione degli studenti sui valori irrinunciabili di cittadinanza
  • TRAGUARDO 2

COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA - Acquisire un habitus comportamentale coerente con il regolamento di istituto.

MOTIVAZIONE

La scelta delle priorità è stata effettuata dando importanza in prima istanza ai risultati scolastici, indispensabili per diminuire la percentuale degli studenti che abbandonano il percorso degli studi ed imprescindibili ai fini del miglioramento di tutti gli altri parametri. Inoltre il consolidamento delle competenze di cittadinanza è una delle priorità della scuola per una più adeguata ed organica acquisizione delle competenze chiave.

  • OBIETTIVO DI PROCESSO 1

ORIENTAMENTO STRATEGICO E ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA - Migliorare l'immagine dell'istituto promuovendo le attività della comunità scolastica con mezzi più efficaci.

  • OBIETTIVO DI PROCESSO 2

SVILUPPO E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE - Pianificare, gestire e valorizzare le risorse umane in modo adeguato e finalizzato al miglior funzionamento della scuola
La qualità del servizio scolastico è la strategia più efficace per rispondere ai problemi della scuola ed è strettamente legata alla buona gestione ed organizzazione delle risorse umane. Occorre valorizzare i docenti e tutto il personale dell'istituto promuovendo una partecipazione più allargata della comunità alle attività scolastiche, per accrescere la motivazione personale di ognuno al lavoro ed ai risultati da raggiungere.

La consapevolezza dell'identità scolastica di appartenenza sarà il volano per raggiungere i traguardi in vista delle priorità del processo di miglioramento.

Nel definire le attività per il recupero ed il potenziamento del profitto, si terrà conto dei risultati finali degli allievi relativi allo scorso anno.
Il Piano dovrà fare particolare riferimento ai seguenti commi dell’art.1 della Legge,

  • commi 1-4 : piena realizzazione del curriculo della scuola, valorizzazione delle potenzialità e degli stili di apprendimento; potenziamento delle attività extracurriculari;
  • commi 5-7 e 14:

si terrà conto in particolare delle seguenti priorità:

  • Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all’italiano nonché alla lingua inglese, francese, spagnola;

  • Potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche;

  • Sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale;

  • Sviluppo delle competenze digitali degli studenti; Prevenzione e contrasto della dispersione scolastica;

  • Incremento dell’alternanza scuola-lavoro secondo le linee guida emanate dal MIUR Nell’ambito dei posti di potenziamento sarà accantonato preliminarmente un posto di docente della classe di concorso A013 per il semiesonero del primo collaboratore del dirigente;

  • commi 10 e 12: iniziative di formazione rivolte agli studenti per promuovere la conoscenza delle tecniche di primo soccorso, programmazione delle attività formative rivolte al personale docente e amministrativo, tecnico e ausiliario e definizione delle risorse occorrenti;

  • commi 15-16: educazione alle pari opportunità, prevenzione della violenza di genere e di tutte le forme di discriminazione;

  • commi 28-29 e 31-32: percorsi formativi e iniziative diretti all’orientamento e alla valorizzazione del merito scolastico;

  • commi 33-43: avviare percorsi di alternanza scuola-lavoro con ordini professionali, musei, enti pubblici, enti che svolgono attività afferenti al patrimonio ambientale o con enti sportivi riconosciuti dal CONI; università, realtà produttive del territorio secondo le linee guida fornite dal MIUR.

commi 56-61: attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti; potenziamento della comunicazione digitale tra dirigente, docenti e studenti; potenziamento della digitalizzazione dell’amministrazione;

comma 124 (formazione in servizio docenti): potenziamento delle metodologie di insegnamento con l’uso delle nuove tecnologie; formazione per la metodologia CLIL; formazione per l’inclusione degli alunni BES.

  • In particolare si auspica di inserire i seguenti punti: Attività di recupero e sostegno Scambi culturali e stage linguistici Educazione alla legalità
  • Sviluppo delle competenze in ambito economico, commerciale e turistico

Sviluppo delle competenze digitali
  • Potenziamento delle attività di orientamento post-diploma

I progetti e le attività per i quali si pensa di utilizzare docenti dell’organico del potenziamento devono fare esplicito riferimento a tali esigenze, motivandole e definendo le aree disciplinari coinvolte.

Per tutti i progetti e le attività previsti nel Piano Triennale, devono essere indicati gli obiettivi cui tendere nell’arco del triennio di riferimento.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
PROF.SSA  NADIA BONUCCI

Scarica il file in formato PDF  
LINKS UTILI
 
Cerca

COME CONTATTARCI


Sede Centrale:
Telefono 099-4532177 Fax 099-4590122
Succursale:
Telefono 099-7707180 Fax 099-7793123
Codice Meccanografico: TATD08000P - C.F.90214370737
Codice Meccanografico Corso Serale: TATD080504
Codice Univoco Ufficio:UFBCZL IPA:istsc_tatd08000p
Posta elettronica: TATD08000P@istruzione.it
Posta elettronica certificata: TATD08000P@pec.istruzione.it

ORARI DI RICEVIMENTO


Presidenza
telefonare per appuntamento
Orari di segreteria
Segreteria alunni:
Tutti i giorni dalle 09:30 alle 11:30
Mercoledì dalle 14:00 alle 17:00
Segreteria Docenti:
Tutti i giorni dalle 09:30 alle 11:30

DOVE SIAMO


Taranto

Sede Centrale :
Via Pupino, 10/A

Succursale:
Via Mascherpa, 6


Area riservata





Torna ai contenuti | Torna al menu